+39 06/5810990
20.11.2017
Associazione per i Diritti e la Legalità "All Rights"
Viva vox iuris, la viva voce del diritto

“I diritti servono quando si è certi di poterli garantire. Altrimenti inoculano un veleno: ci abituano a non prenderli sul serio, e in conclusione a non fidarsi del diritto. Se in Italia c'è una crisi di legalità è anche perché l'Italia è infarcita di diritti di carta, di diritti che veleggiano nel cielo delle Gazzette ufficiali senza mai posare i piedi sulla terra” (M. Ainis - “Romanzo nazionale. L’Italia e gli inganni della politica”. Dalai Editore).

La maturità di una democrazia è tanto più profonda quanto più sono limitati, tra gli altri, il grado di litigiosità ed il carico del contenzioso giudiziario. In Italia, è noto, il livello di conflittualità tra cittadini (ma anche tra cittadini e pubbliche amministrazioni) ha raggiunto e superato ormai da tempo la soglia della criticità.


Un possibile strumento per tentare di ridurlo o, quantomeno, di arginarne gli effetti, è di agevolare i privati (ma anche le pubbliche amministrazioni) nella conoscenza e piena coscienza dei propri diritti e doveri: un mirato e costante aggiornamento sulla normativa in vigore e sui più recenti orientamenti giurisprudenziali dovrebbe, infatti, consentire di tradurre in contenzioso soltanto fattispecie e pretese effettivamente fondate, disincentivando la promozione di (o la resistenza a) procedimenti giudiziali palesemente destituiti di fondamento giuridico che si definiscono, poi, con il rigetto delle domande azionate, la condanna al pagamento delle spese processuali o, addirittura e quel che è peggio, con l’ulteriore condanna della parte soccombente al pagamento di una somma a titolo di risarcimento del danno nei confronti della parte vittoriosa per la temerarietà della lite.


Con dette finalità, l’Associazione per i Diritti e la Legalità “All Rights”, in ossequio al proprio spirito fondativo ed alle finalità statutarie, si rivolge a privati, pubbliche amministrazioni ed operatori del diritto provvedendo, tra gli altri, a selezionare settimanalmente la giurisprudenza di merito, di legittimità, costituzionale e comunitaria, avuta particolare attenzione per fattispecie di valenza sociale ovvero connesse e/o collegate con l'interesse pubblico.

“Se i cittadini considerano il rispetto delle regole come un valore, il solo fatto di stigmatizzare un comportamento negativo diventa rilevante” (R. Cantone, G. Di Feo - “Il male italiano. Liberarsi della corruzione per cambiare il Paese”. Rizzoli Editore).

Registrati per ricevere la
nostra newsletter
Aderisci all'associazione
Collabora con noi

ULTIME NEWS DEL    

Leggi tutte le news...

ULTIMI EVENTI    

Leggi tutti...

ULTIME PUBBLICAZIONI    

Leggi tutti...

SERVIZI    

Richiedi una consulenza online

CONVENZIONI